IL VIAGGIO VERSO CASA di Catherine Dunne edizioni Guanda

Ci sono libri che si possono definire al femminile perchè ruotano attorno a personaggi femminili e scandagliano il loro mondo interiore.

Come per ogni genere, però, c’è livello e livello.

Quello di Chaterine Dunne è, a parer mio, molto elevato a riprova del fatto che la grandezza di una storia si ripone in buona parte nel COME viene raccontata.

La scrittrice irlandese non si limita a dipingere ritratti incisivi, ma scende nella profondità dell’animo umano raccontando i sentimenti senza essere sentimentale.

Il viaggio verso casa è un esempio illuminato di ciò che intendo.

La storia è di per sé semplice: Elizabeth, donna ormai adulta, torna a Dublino al capezzale della madre morente per accompagnarla nel suo ultimo viaggio.

L’episodio diventa l’occasione per narrare le vite dei personaggi, i loro complicati rapporti, i non detti e le parole pronunciate con rabbia e aggressività.

Assieme alle tagliente e talvolta scurrile forza di Roddy Doyle, i libri di questa maestra irlandese mi permettono di avere a disposizione un affresco preciso non solo di mondi umani, ma della cultura e della storia dell’isola di smeraldo.

Pur essendo un racconto in interni, Il viaggio verso casa dà al lettore la misura di un mondo, quello irlandese, e della sua storia recente; lo fa attraverso particolari e tramite la quotidianità di personaggi che vivono una storia ordinaria.

Proprio per questo l’immedesimazione e l’empatia sono immediate.

Sentiamo tutta la gamma di emozioni sia di Elizabeth, sia di Alice -la madre- sia di James, il fratello.

Attorno a loro tre ruota il fulcro della narrazione anche se a fare la parte del leone è il rapporto madre-figlia.

In questo senso il libro della Dunne è un racconto al femminile.

Per me, lettrice donna, è stato di forte impatto emotivo e mi ha trasportato nelle pieghe del mio animo rivelando sfumature nascoste.

Per un lettore uomo potrebbe essere un sentiero per conoscere un mondo e le sue emozioni.

Rimane ovviamente valido il detto che de gustibus non disputandum est e quindi il romanzo potrà piacere come non piacere, ma il livello della descrizione dei personaggi rimane di inconfutabile valore.

La forza della Dunne è quella di scavare, entrare nelle sinuosità cominciando con veloci pennellate per poi dare tocchi di precisione chirurgica al volto di chi anima la storia.

Si rimane incollati alle pagine grazie a un ritmo vivace, che non annoia e che induce a voler scoprire il finale della storia.

La tensione è tutta nell’emotività, non nell’azione.

In questo l’autrice può dare a ogni scrittore importanti lezioni di narrativa.

Sono in molti a puntare sull’azione per creare suspense e dare vitalità al racconto.

Altra cosa è riuscire a creare tensione narrativa facendo leva sulla gamma emotiva dei personaggi, sulla loro psicologia e sul loro mondo interiore.

E, permettetemi di aggiungere, tale operazione non è da tutti perchè occorre essere fini conoscitori dell’animo umano per arrivare a questi livelli di precisione e capacità di trasporto del lettore.

Credo che la lettura di Il viaggio verso casa sia un valido consiglio per lettori e scrittori.

Ritengo anche che, oggi come oggi, accostare corsi di lettura a corsi di scrittura sia da prendere in considerazione per chi pensa di volersi cimentare a scrivere libri di narrativa.

Se dovessi dare un suggerimento per un corso di lettura, inserirei questo testo perchè l’arco di evoluzione di un personaggio lo si può capire solo da un libro scritto bene prima che da un saggio che ne spieghi tutti gli aspetti.

E quello della Dunne è un libro scritto molto bene.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...