UN’OMBRA SUL FIUME, IL MIO NUOVO ROMANZO

 

A Belfast, 

rifugio dell’anima,

che mi si è appiccicata addosso col suo dolore e la sua storia

e che ho imparato ad amare in silenzio.

Cari lettori, sono felice di comunicarvi che il 26 settembre uscirà il mio nuovo romanzo, Un’ombra sul fiume.

Colgo l’occasione, con questo articolo, per condividere con voi alcune riflessioni sulla mia professione e sulla forza che la anima.

La scrittura è per me una passione, un duro lavoro che richiede impegno, sacrificio e competenza.

Ogni volta che pubblico un nuovo libro, cerco di offrire un testo ben scritto che possa far viaggiare la mente in altri mondi e in altre epoche.

Quest’ultimo romanzo narra il conflitto in Nord-Irlanda, meglio conosciuto come The Troubles, i disordini.

Chi mi conosce sa qual è lo stile dei miei libri: raccontano storie dove al centro c’è un’umanità che vive e lotta, soffre e ama all’ombra della Storia che impietosa scorre all’interno della vita.

Un’umanità protagonista di vicende che ognuno di noi potrebbe vivere in quel luogo e in quel tempo.

Lunga e faticosa è stata la ricerca per realizzare questo testo, una ricerca densa di avventura e soddisfazione che mi ha portata a viaggiare tra Belfast, Dublino e Londra in maniera frequente.

Uno studio che è diventato incontro con persone, conoscenza di una Storia, scoperta di un’inaspettata corrispondenza d’animo con una città Belfast, così defilata nella periferia europea, così silenziosa perché piena di ferite ancora aperte, ma così desiderosa di tornare a vivere in pieno.

Ed è a Belfast che dedico questo romanzo scritto con passione e trasporto.

Scrivere è un cammino, una strada che si percorre in buona parte da soli, ma che non si può fare senza validi compagni di viaggio.

Ringrazio Tiziana Bissi, Luca Bombelli, Letizia Casati, Lucia Gattuso ed Emanuele Ranghetti i cui consigli mi hanno permesso di realizzare questo terzo romanzo. Avervi accanto nel cammino della vita è un grande dono, la vostra amicizia mi permette di affrontare i dolori della vita e mi aiuta ad assaporare il bello che mi circonda.

Un ringraziamento speciale va a Riccardo Michelucci che, in questi anni di ricerche sul conflitto nord-irlandese, mi ha aiutata a far luce su una delle pagine più buie della recente Storia europea.

Ringrazio mia mamma Rosa che, col suo ottimismo, nei momenti faticosi mi aiuta a non perdere la speranza.

Grazie a John Boland, le cui conversazioni sulla sua terra sono state preziose per farmi conoscere l’Irlanda da dentro.

Sono grata a tutte le persone incontrate in Italia, a Belfast e Derry che mi hanno dedicato tempo per capire meglio l’Irlanda del Nord.

Ringrazio infine voi, cari lettori, per la fiducia e la fedeltà con cui in questi anni state seguendo il mio lavoro e vi auguro di poter viaggiare in questo nuovo mondo che ho creato.

Buona lettura

QUARTA DI COPERTINA

Leggere la Storia e la realtà in bianco e nero è sempre un grande rischio. L’unica che ha diritto di ritrarla così è la macchina fotografica che, per creare immagini, deve giocare con luci e ombre, a riprova del fatto che nessuna Storia può essere ascoltata solo da una parte, perché ogni parte ha un lato oscuro e uno di luce che assieme creano l’essenza del cuore umano.

Belfast, 1972: all’indomani della Bloody Sunday Kitty, una ragazza irlandese dei quartieri cattolici, si unisce all’IRA e alla lotta indipendentista.
Negli anni ’80 Kyros, un talentuoso fotografo londinese, si trasferisce a Belfast affascinato dalla lotta repubblicana per immortalare la Storia, ma verrà travolto dall’orrore della guerra.

Nel 2008, a dieci anni dalla fine del conflitto in Irlanda del Nord, Eva, artista dublinese, si reca a Londra per l’esposizione dei suoi quadri e lì incontra un uomo dal passato oscuro che segnerà per sempre la sua vita.

Sullo sfondo di una delle pagine più controverse della Storia europea contemporanea s’intrecciano, in un crescendo di suspense che travolge fino all’ultima pagina, le vicende di un’umanità segnata da ferite ma capace al tempo stesso di lottare per la vita.

Un’ombra sul fiume riconferma l’abilità dell’autrice che, in un avvincente gioco di colpi di scena, porta il lettore dalla Belfast degli anni settanta alla Londra del nuovo millennio passando per New York e Dublino.

Un libro sulla forza dell’amore e della Storia che tutto sbaraglia come un fiume in piena.

ESTREMI PER L’ACQUISTO DEL LIBRO

Per la versione cartacea è possibile trovare Un’ombra sul fiume su IBS, nelle librerie indipendenti e sul sito della casa editrice: www.ektglobe.com

Per la versione e-book si potrà trovare il libro su Amazon.

Saranno poi inseriti sul blog, nella sezione I miei romanzi, i link per l’acquisto diretto del testo quando sarà disponibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...