LA SOVRANA LETTRICE di Alan Bennett edizioni Adelphi

Cari lettori, è arrivata l’estate, tempo di riposo e letture.

A luglio e agosto vi proporrò un numero più ridotto di articoli per poi tornare a pieno ritmo da settembre.

Oggi voglio farvi un regalo speciale segnalandovi un libro che non esito a definire un piccolo capolavoro: La sovrana lettrice che mi ha fatto scoprire Alan Bennet, autore che leggerò anche in futuro.

Questo libro è uno scrigno di filosofia raccontata con umorismo; raramente mi è capitato di leggere testi capaci di bilanciare profondità di pensiero e stile ironico in maniera così riuscita.

La protagonista di questo breve romanzo –o lungo racconto- è uno dei personaggi più fotografati del pianeta: Sua Maestà la regina Elisabetta II.

Giocando in maniera creativa –ma rimanendo sempre fedele al personaggio nelle sue peculiarità- Bennet ci racconta l’incredibile scoperta che, quasi per caso, Sua Maestà fa in un giorno di ordinaria amministrazione: i libri.

La Regina, all’inizio poco convinta dal nuovo oggetto, diventa gradualmente amante insaziabile della lettura da cui sviluppa una vera e propria dipendenza:

Stava anche scoprendo che un libro tira l’altro; ovunque si voltava si aprivano nuove porte e le giornate erano troppo corte per leggere quanto avrebbe voluto.

Una gioia a lungo trascurata a causa dei numerosi impegni istituzionali e che non è immune da conseguenze che mettono in subbuglio ministri e attendenti: l’augusta signora comincia infatti ad arrivare in ritardo agli appuntamenti e, se privata dell’oggetto sacro, mostra segni di profondo sconforto e svogliatezza verso tutti i suoi doveri.

La lettura diventa la fissa della sovrana che non perde occasione per interrogare i suoi sottoposti spesso mettendoli a disagio:

Adesso che aveva scoperto le gioie della lettura, Sua Maestà era impaziente di trasmetterle agli altri.

La forza di questo testo è nell’ironia con cui Bennet coinvolge il lettore in episodi che strappano fragorose risate.

Sua Maestà, tra un libro e l’altro, ci permette di fare una carrellata su autori della letteratura mondiale e ci offre perle di saggezza:

Un libro è un ordigno per infiammare l’immaginazione.

Si fa così portavoce di riflessioni fondamentali sull’importanza delle parole, su cosa sia un libro; i libri livellano le differenze anche per personaggi come lei il cui status è sempre stato al di sopra di tutti.

Il ritratto che ne viene fuori è quello di una donna che leggendo diventa più capace di sentire il mondo attorno a sé perché I libri non sono un passatempo. Parlano di altre vite. Di altri mondi.

Proprio il parlare di altri mondi la porta a vedere il proprio con occhi diversi e la fa approdare, dopo una serie di episodi, anche alla scrittura alla quale vengono riservate altrettante fondamentali riflessioni.

Al centro di tutto, più che la sovrana, c’è la sua trasformazione e il peso che le parole hanno in questo cambiamento.

La prosa scorrevole rende il testo di veloce lettura e si arriva alla fine senza quasi rendersene conto.

Bennet ci sorprende fino all’ultimo regalandoci uno dei finali più geniali che abbia mai letto.

La forza de La sovrana lettrice è nella combinazione rara e perfetta tra contenuto e stile: uno stile ironico pieno di umorismo inglese che permette di riflettere col sorriso sulle labbra.

L’ironia intelligente e acuta ci fa amare il personaggio e ci incolla a ogni singola parola.

Unico difetto: la brevità per cui il lettore è costretto a congedarsi dopo poco dalla simpatica regnante.

O forse questa brevità potrebbe essere la scusa per leggere ancora una volta questo piccolo capolavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...